Il saggio si rallegrerà

amore

Quando decidiamo di affrontare i lati oscuri della nostra Vita, con consapevolezza e fiducia, la Vita stessa ci porrà davanti le più grandi sfide che mai avremmo immaginato.
Siamo noi, con i nostri pensieri, parole ed azioni a richiamarle. Fa parte dello sviluppo naturale dell’essere umano, il quale, con il libero arbitrio, mantiene comunque la possibilità della scelta. In ogni istante noi possiamo decidere se andare avanti per la strada che già conosciamo, in cui i nostri limiti vengono accettati come un dato di fatto, causandoci una sofferenza che temiamo di non poter trasformare, oppure possiamo decidere di vedere, di aprire gli occhi e di cambiare strada.
Quando percorriamo un cammino di introspezione e miglioramento personale, tutto ciò che avverrà nella nostra vita non sarà mai a caso. La nostra decisione di affrontare la nostra oscurità, aspetti di noi che ci hanno causato enormi sofferenze, farà naturalmente scaturire le situazioni tramite le quali noi possiamo elevare il nostro spirito e la nostra Vita ad un livello superiore.
Personalmente ho sempre sofferto a causa del supposto rifiuto da parte delle altre persone, specialmente donne. Ma questo rifiuto non veniva da loro, veniva da me. Io vedevo in loro qualcosa che in realtà era stimolato dalle remote regioni della mia oscurità, dal mio passato, dalle mie esperienze, dalle mie paure. Paure di non essere all’altezza, di non meritare la loro attenzione ed il loro amore, paure che ci fosse sempre qualcuno più interessante di me, paura di non avere valore. Tutto un gran gioco mentale che causava in me enormi “film” che mi spingevano ad azioni stupide, fuori luogo, irrispettose.
Quante persone ho perduto. Quante situazioni belle ho lasciato andare a causa di questo. Quanto male sono riuscito consapevolmente a farmi.
Finché non ho aperto gli occhi. Ho visto la mia vita, ho collegato gli avvenimenti, sono andato indietro nel tempo per rivivere la mia giovinezza, le mie esperienze e finalmente ho capito. Ho capito da dove provenisse questo sentimento, da quando il mio cuore si era chiuso alla paura, ho rivissuto tutte le emozioni dei tempi andati. Ed ho deciso, adesso basta! Adesso vinco io!
Ho smesso di volere una compagna per necessità, per sopperire alla mia presunta mancanza di valore, per darmi conferme dall’esterno. Ho cercato in me, a fondo, a lungo. Mi sono trovato. Mi sono accettato, mi sono capito ed amato. Ho eliminato il bisogno dell’amore esterno e l’ho trasformato in bisogno di darmi amore. La mia Vita ha avuto un cambio direzionale istantaneo. Tutte le situazioni facenti parte di me hanno iniziato a dirigersi verso l’amore per me. Il mio lavoro, il rapporto con la mia famiglia, con mia figlia, con i miei amici, i miei interessi e passioni. Tutto, appena ho deciso di amarmi, mi ha mostrato amore. Avevo amore in me, un sacco di amore ed avevo trovato la persona giusta a cui donarlo. Me stesso prima di tutto.
Appena ho smesso di cercare amore dall’esterno ed ho rivolto l’attenzione a me, accettando la mia oscurità e decidendo di trasformarla in luce, Lei è arrivata.
Non l’ho cercata, ma quando l’ho vista, l’ho riconosciuta. Solo Lei poteva catturare il mio sguardo ed il mio cuore in questo modo istantaneo, come mai ricordo di aver provato in vita mia. Una sensazione nuova che richiamava emozioni conosciute, da amore adolescenziale, quando non ti importa più di niente, quando decidi di voler stare accanto ad una persona per la gioia di starci, per condividere con semplicità la tua vita.
Da questa emozione ho compreso come fossero stati in qualche modo “falsati” i miei precedenti rapporti. Non che non fossero d’amore, ma erano di amore bisognoso. Cercavo una compensazione, cercavo forse una guida, qualcuno esterno che mi dicesse dove lavorare per essere “degno” del suo amore. E questo trovavo, ma continuavo a mentirmi, ad alimentare la mia sofferenza, ad essere ciò che non sono. Continuavo a far girare una ruota che ben sapevo dove mi avrebbe portato. Confermando ancora la visione che avevo di me, della mia fame d’amore, della mia insicurezza verso il mio valore.
Sono state 3 settimane meravigliose, in cui un legame antico e primordiale è stato riconosciuto, accettato e vissuto. Fino a quando Lei non è partita per un viaggio. Un viaggio che sognava da tanto, quei viaggi che sai già in partenza che ti cambieranno dentro, che permetteranno una potente introspezione e la chiarezza della visione futura.
Come già detto, quando accetti la sfida con la tua oscurità, la Vita ti porrà davanti le più grandi sfide. Non per demolirti, anzi, per rinforzarti, per crescere, per sciogliere definitivamente il nodo fondamentale della tua sofferenza. Tutto torna, niente è a caso.
Lei è in viaggio con il suo ex compagno, da cui si è separata da 4 mesi. Una fine fresca, che, a quanto ne so, ha lasciato molti aspetti non chiariti, molte questioni irrisolte – come spesso accade alla fine di un rapporto d’amore.
Ma non è questo, o meglio, non è solo questo. Lei sta decidendo consapevolmente di non farsi sentire, di non coinvolgermi nel suo viaggio, nonostante le “rassicurazioni” che mi ha dato fino al giorno della sua partenza. Non so perché e, alla fine, non mi interessa. Sono le sue ragioni e sono sicuro che sono assolutamente valide.
Io vedo la Vita all’opera. Vedo situazioni che vanno a colpire la mia profondità proprio dove fa più male, proprio nelle situazioni che più mi hanno causato dolore. Di nuovo esce quel senso di rifiuto, quella paura di non meritare un tale amore, di perdere una persona che sento profondamente in me.
Nichiren Daishonin dice:” C’è davvero qualcosa di insolito nel fluire e rifluire della marea, nel sorgere e tramontare della luna e nell’avvicendarsi dell’estate, dell’autunno, dell’inverno e della primavera. Accade qualcosa di insolito anche quando una persona comune raggiunge la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stupido indietreggerà.”
La buddità altro non è che la massima espressione di noi stessi, la nostra più alta vetta spirituale, la trasformazione in felicità assoluta dei nostri lati oscuri. I tre ostacoli e quattro demoni sono le situazioni, le persone, i pensieri che si manifestano che cercano di frenare l’evoluzione che stiamo ricercando, andando a stimolare le regioni oscure della nostra anima. Quando ferisci un animale feroce, esso diventerà ancora più forte e pericoloso. Lo stesso avviene in noi. Quando decidi con tutte le tue forze di trasformare l’oscurità in luce, essa si manifesterà ancora più potentemente, cercando in tutti i modi di trascinarti nei vecchi sentieri. Non è il diavolo o qualcosa che proviene dall’esterno. Siamo noi, siamo sempre noi che con le nostre energie attiriamo queste situazioni. Per questo “il saggio si rallegrerà”, perché sa che se tutto questo sta avvenendo è proprio perché egli sta combattendo e vincendo.
Noi siamo i fautori del nostro destino.
Ho fatto una scelta prima che lei partisse. Di usare questo mese in cui non ci vedremo per trasformare questa mia oscurità sempre presente nelle mie relazioni, di donare luce alla mia compagna, di vedere il mio valore, a prescindere da chi ho/avrò accanto. Ho deciso di aspettarla. Di non farmi prendere dal senso del rifiuto per giustificare azioni futili e sconsiderate, generando falsità e sfiducia.
Voglio essere libero, libero come solo la verità può farti sentire.
Lei è uno shoten zenjin, una funzione protettiva della Vita, da noi evocata, per permettere la nostra evoluzione spirituale. Il miglior alleato che si possa avere. L’espediente, o stimolo, per intraprendere un cammino nuovo, verso nuovi lidi.
La nostra storia è importante ed io la voglio. Perché decido di donarmi consapevolmente a lei, perché non ho bisogno di lei per amare, ma ho bisogno di amare lei. Ma, a questo punto, passa in secondo piano. Non è da questo che dipenderà la mia felicità. È proprio questo il punto. Arrivare a non far dipendere la felicità dalla presenza e dall’amore di qualcuno. Ma essere felici di sé, della Vita, del valore che abbiamo e creare ancora più felicità donandosi consapevolmente all’amore. Ad un amore concreto, reale, maturo, puro.
Tutto torna, la Vita non è un caso, non è una coincidenza in cui noi ci troviamo coinvolti. Quello che sto vivendo dentro, essendo felice per lei, volendo e pregando per la sua felicità a prescindere da me, il senso di rifiuto che riappare, il suo silenzio consapevole, la distanza fisica, il senso di gelosia ed attaccamento, tutto fa parte del panorama del mio consapevole cammino. Sono felice di provare tutto questo, di vedere la mia oscurità combattere per non morire, ferirla ogni giorno di più, riconoscere e ridere dei suoi trabocchetti.
Decido di vincere. Ogni giorno. Ogni volta che sento e sentirò tornare a galla vecchie e infelici emozioni.
Decido di essere l’uomo che ho sempre voluto essere. Di non sognare più, ma di svegliarmi ed essere. Decido di riconoscere in ogni momento il mio intrinseco valore come essere universale, come Buddha, come padre, come uomo, come essere umano.
Questo mese rappresenterà il tempo in cui io farò la più grande esperienza sui sentimenti della mia intera vita. Un mese per combattere e trasformare, un mese per vincere.
Se Lei sarà con me al suo ritorno, condivideremo la Vita e so che la Vita troverà la strada per farci stare veramente insieme, costruendo il rapporto d’amore che abbiamo sempre voluto.
Se non sarà Lei, io avrò comunque trasformato la mia oscurità e avrò comunque vinto su me stesso. A quel punto, la vera compagna per me non tarderà a manifestarsi.
Questo è uno dei grandi vantaggi che la pratica buddista ti dona, sai che ogni sforzo che farai, ogni lotta che affronterai non sarà perduta. L’evoluzione spirituale che stai ricercando attirerà le migliori persone e situazioni in cui potrai esprimerla al massimo, donando amore a te, a chi avrai accanto e alla Vita stessa.

Grazie “Lei” – sei il miglior beneficio che potessi sperare ed io sono innamorato di te.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amore. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...