Più buddità per tutti

RELIGIONES
La Buddità (in giapponese butsu) è la condizione vitale umana più alta in assoluto – una condizione vitale posseduta, in potenza, da ogni essere umano.

La Buddità si manifesta concretamente in un elevato altruismo e compassione ed in una condizione vitale che permette di provare gioia solo per il fatto di vivere. “E’ la gioia delle gioie…Nascita, invecchiamento, malattia e morte non sono più sofferenze, ma parte della gioia di vivere. La luce della saggezza illumina l’intero universo, distruggendo l’innata natura ottenebrata dall’uomo. Lo spazio vitale della Buddità si unisce e si fonde con l’intero universo. L’io diviene il cosmo e in un solo istante il flusso vitale si estende a comprendere tutto il passato e il futuro. In ogni momento del presente l’eterna forza vitale del cosmo sgorga da un’immensa fonte d’energia” (Daisaku Ikeda,citazione contenuta ne I Dieci Mondi di R. Causton, Esperia, Milano, 2004).
Tutti siamo dei Buddha.
Tutti siamo parte dell’Universo e esprimiamo la nostra Buddità quando troviamo in noi e viviamo l’armonia fondamentale dell’universo in ogni aspetto della nostra Vita. La Buddità permette lo sviluppo di rapporti basati sulla pace e sulla crescita reciproca, sul rispetto e l’incoraggiamento.

L’uomo nello stato vitale di Buddità riconosce che la stessa condizione vitale è presente in tutti gli altri esseri viventi, a prescindere da ciò che fanno, pensano o da ciò in cui credono.

Buddità è un termine usato specialmente nel Buddismo di Nichiren Daishonin – una scuola buddista fondata nel 13° secolo in Giappone appunto da Nichiren Daishonin, monaco riformatore del pensiero originale del Buddha Shakyamuni. La scuola di Nichiren è basata sulla recitazione del mantra Nam Myo Ho Renge Kyo. La recitazione di questo mantra letteralmente chiama la buddità, la stimola ad uscire dalla profondità della nostra Vita e a manifestarsi nella nostra Vita concreta, di ogni giorno, illuminando ogni aspetto della nostra Vita e stimolando la buddità degli altri ad uscire come la nostra.

È una strada di grande valore, in quanto riporta la responsabilità della pace e della crescita ad ognuno, dando ad ogni essere umano la possibilità di manifestare questo elevato stato vitale partendo dalla condizione attuale, qualunque essa sia. È una filosofia di gioia e speranza, di profonda trasformazione del proprio essere verso il riconoscimento che la Vita, di per sé è gioia.

Ma al mondo esistono tante strade, innumerevoli vie per manifestare la nostra unione con l’Universo, ognuna creata in luoghi ed epoche diverse. Ogni strada è stata sviluppata proprio per permettere ad ogni essere umano di manifestare la più alta condizione vitale, venga essa chiamata buddità, dio, o in qualsiasi altro modo.

La Vita pervade ogni cosa e si manifesta in ogni aspetto.

Quando sinceramente ricerchiamo la Buddità in noi, non dovremmo avere bisogno di pensare che “la nostra strada è l’unica e la migliore”. Essa è la strada che noi abbiamo scelto per noi, quella più adatta alla nostra Vita, quella che ci permette di andare avanti nella nostra evoluzione, quella migliore, sì, ma per noi in questo momento.

Nella Vita niente è permanente, tutto si evolve e può benissimo capitare che una strada che abbiamo scelto anni fa possa essere cambiata con un’altra perché più adatta alla nostra evoluzione.

Per questo mi piace dire che “ogni strada è quella giusta” – ognuna dà ad ognuno di noi l’opportunità di evolverci partendo dalla condizione in cui siamo adesso.

Quindi, riconoscere che ogni essere umano sia in grado di manifestare questa elevata condizione vitale, a prescindere dalla strada che sceglie per farlo, è la base per la costruzione di una reale società creativa e pacifica.

Il problema, come sempre avviene, si ritrova nel fatto che ogni “strada” viene vista come l’unica possibile, la migliore, la più elevata da coloro che la seguono, rilegando le altre a “insegnamenti inferiori”.

È tipico di ogni seguace di una religione o filosofia considerare la propria strada la migliore. Serve a darci forza, a credere di non stare sprecando il nostro tempo seguendo un insegnamento se questo non ci porta ad essere “migliori” dei seguaci di altre strade.
Nonostante tutti predichiamo la pace ed il rispetto, finché considereremo i seguaci di altre strade “inferiori”, non riusciremo a creare una società veramente aperta, pacifica e ricca.

Per me questo è un aspetto fondamentale del mio essere Buddha. Spesso, però, mi sono trovato a discutere con altri seguaci del buddismo di Nichiren Daishonin su questo argomento.
È alla base del buddismo riconoscere anche negli altri la presenza della Buddità, a prescindere da tutto.
Ma poi, spesso mi sono sentito dire “la Buddità, in potenza, ce l’hanno tutti, ma solo tramite il buddismo di Nichiren le persone possono farla uscire ed esprimerla concretamente nella propria vita”.

E qui mi cascano le braccia.

Come possiamo riconoscere la Buddità nelle altre persone se non abbiamo fiducia nel loro modo di tirarla fuori da loro stesse e di esprimerla tramite la strada che hanno scelto?

Perché abbiamo sempre il bisogno di considerare la nostra strada come la migliore, l’unica possibile, la vera (come non sopporto questa parola)?

L’Universo, la Vita sono infinite. Come infinite sono le modalità di espressione dell’essere umano. La Vita è multicolore, così come lo è ognuno di noi.

Se diamo fiducia alle altre persone, riconoscendo il loro reale desiderio di migliorarsi, di diventare un contributo positivo alla società, cercando di conoscere la loro strada e la modalità di espressione della loro condizione vitale più elevata, allora sì che un vero dialogo e una pace concreta potranno essere costruiti.
Riconoscere la bellezza delle differenze umane corrisponde al riconoscimento che la Vita può realmente esprimersi solo attraverso tutte le sue facce, tutti i suoi aspetti.

Non possiamo dire “hai la buddità ma….”

Altrimenti non riconosciamo tale stato vitale negli altri, ma manifestiamo solo la nostra arroganza e insicurezza e ci sentiremo sempre un gradino più in alto, mostrando per gli altri un rispetto che non sarà mai completo.

L’espressione della nostra parte più elevata, legata a tutte le altre forme di Vita, all’Universo tutto, avviene solo quando diamo a chi percorre il cammino della Vita con noi (cioè a TUTTI gli altri esseri umani) la libertà di scegliere il proprio percorso e la volontà di costruire valore.

Il ruolo che noi abbiamo è, secondo me, quello di stimolare gli altri alla ricerca di un proprio percorso – mostrando il nostro, parlando di come agisce su di noi, ma riconoscendo la validità anche degli altri percorsi.

Ogni strada ha un valore se percorsa con sincerità e con il desiderio di migliorarsi per essere un contributo positivo alla società.
Ogni strada porta alla Buddità – a prescindere dal nome che vogliamo dare alla più elevata condizione vitale che possiamo raggiungere.

In ogni persona c’è il seme della felicità e dell’armonia Universale. Ogni persona ha bisogno di crescere assieme agli altri, ogni persona cerca, nel proprio cuore, il modo di sviluppare interazioni positive e di valore con gli altri.

Il cammino per la pace parte da ognuno di noi, dalla convinzione del nostro cammino e dall’apertura e il rispetto verso il percorso scelto dagli altri.

Non esiste una sola strada per armonizzarsi all’Universo, così come non esiste una sola tipologia di essere umano, così come non esiste una sola tipologia di alcunché.

La Vita si esprime nella moltitudine dei suoi colori e dall’armonia delle loro interazioni.

Nessuno ha il diritto di considerarsi “migliore” degli altri, nessuno può arrogarsi il diritto di dire che solo la sua strada porta alla Buddità.

Troppe volte, e ancora, la religione è stata usata per sopraffare gli altri.

La Buddità è la Vita, è l’Universo in ognuno di noi – pensare che solo una strada possa portare a questo è solo indice di arroganza e conduce solo a vedere la Vita in modo limitato, quando, invece, la Vita è tutto tranne che limiti.

Apriamoci agli altri, conosciamo la loro strada, facciamo conoscere la nostra, restiamo aperti alle infinite opportunità che la Vita ci dona per essere ogni giorno, almeno un pochino, delle persone migliori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...