Gioia e abbondanza

Voglio vivere nella gioia

Risultati immagini per happinessOsservare e toccare l’abbondanza infinita della Vita, che viene a me con facilità appena riconosco la sua presenza e accetto di aprirmi ai doni della Vita

Capita spesso, forse anche a voi, che la nostra vita si blocchi in seguito ad una sofferenza, come può essere la perdita di una persona cara o la fine di una relazione amorosa.

La Vita sembra crudele, sembra mettere degli ostacoli sul nostro cammino per impedirci di vivere una vita spensierata e felice.

Risultati immagini per obstaclesCome se la felicità derivasse dall’assenza di problemi, invece che dall’atteggiamento con cui affronti i problemi.

Credo, perché lo sto mettendo in pratica nella mia Vita proprio in questi giorni, che qualsiasi sofferenza esca dalla mia Vita sia un segnale lungo il mio cammino, un’indicazione chiara su dove dirigere i miei prossimi passi che mi permette di comprendere quanto la strada che ho percorso finora sia diventata obsoleta.

La strada può cambiare, così come la direzione del nostro cammino. La Vita spesso porta tempeste che spingono il marinaio su lidi sconosciuti.

Voglio raccontarvi ciò che sto vivendo, con la speranza che la mia esperienza possa essere di aiuto o ispirazione anche per voi.

Sto vivendo da mesi una relazione a distanza con una donna. Una relazione nata per il piacere di condividere del tempo insieme ogni mese, trovando sempre alcuni giorni tra i nostri impegni, guidati solo dalla gioia del nostro incontro.

C’è da dire che nell’ultimo anno e mezzo, in seguito alla morte di mia madre, ho vissuto un periodo di forte chiusura verso il mondo e che questa relazione era l’unico spiraglio di luce che vedevo entrare nella mia Vita da una persona esterna alla mia famiglia.

È andata avanti così fino a circa un mese fa. Poi, il mio karma, le mie tendenza e le mie paure, sommate sicuramente alla mia solitudine che forse aveva raggiunto il suo limite, hanno fatto uscire un po’ di gelosia verso la potenziale presenza di altri uomini. Gelosia espressa come bisogno ma attraverso una modalità, riconosco, poco felice.

Perché in fondo cos’è la gelosia? è un senso di possesso e dipendenza affettiva.

Qualcosa era stato smosso nei mesi precedenti e alla fine ciò a cui dovevo prestare la mia attenzione si è palesato. Lavorare sulla gelosia, la libertà dell’altro e la mia dipendenza affettiva

Da dentro di me è uscito il desiderio di “essere veramente insieme”, ovvero di trasformare quella che era una relazione tra “amanti” in una relazione tra “amati”.

Una relazione tra persone, che si amano per quello che SONO e non per quello che danno. Un amore che sia in grado di accettare completamente l’altro e che si viva i momenti difficili come carburante per portare i due amati e la relazione ad un livello più alto. Una relazione che vada nel profondo, senza paura di scoprirsi, sicuri dell’onestà dell’altro e del fatto che niente di ciò che condividiamo sarà mai usato contro di noi.

Insomma, a mio parere, una relazione adulta, responsabile e consapevole.

Tuttavia, non sono riuscito ad esprimere il mio bisogno, ma il mio desiderio è stato recepito come una imposizione e vissuto tramite la paura di perdere un po’ di libertà.

Io però non la vedo così. Credo che sentirsi ASSIEME ad una persona, decidendo ogni giorno di stare con lei, di esplorare ancora un po’ di più quella persona, di amarla e onorarla per QUELLO CHE È e non per ciò che dà, sia una cosa naturale quando ti senti innamorato della persona che hai di fronte – anche se fisicamente lontana.

Non esiste perdere la libertà perché l’amore è massima apertura e rispetto e proprio libertà assoluta.

Se ami una persona, a mio parere, sei pronto a trovare una strada comune che possa soddisfare entrambi gli amati e non a vedere tale cosa come un “compromesso”.

Da qui viene tutto il mio desiderio che ho espresso.

“Naturalmente mi sento portato verso di te, ad aprirmi con te, a renderti partecipe di ogni cosa e di ogni momento della mia Vita e a farmi conoscere sempre di più, sentendo che tu cammini con me, sul tuo sentiero, ma con i nostri cuori e le nostre vite insieme.

Forse sarà un’utopia, non so.

Fatto sta che queste discussioni hanno messo in luce quanto in realtà siamo su binari diversi, quanto forse l’amore che ci ha tenuto insieme dipendesse più dalle nostre personali mancanze più che da un reale desiderio di condivisione e di amore per le nostre rispettive persone. Non so, vedremo, la cosa non è ancora finita.

Ma tutto questo a cosa serve per la mia felicità?

Dopo tutti questi anni di pratica, di meditazione e di studio, sono arrivato alla consapevolezza che la Vita non ti lascia mai solo, mai ad un punto morto, mai senza speranza e che arriverà qualcosa/qualcuno a portarti un nuovo messaggio, un’indicazione per una nuova direzione.

Risultati immagini per lend a hand

Questa nuova direzione, per me, si chiama, prendermi cura di me

Ogni volta che, a seguito delle mie paure di restare solo, sono usciti questi problemi con una persona a me vicino, ho compreso che il punto iniziale per la costruzione della propria felicità sia di comprendere e di agire in accordo con i nostri bisogni, facendo sì che tutto ciò che facciamo sia di beneficio alla nostra Vita.

La mia sofferenza dipendeva dall’essere tornato in una fase di dipendenza affettiva che probabilmente stavo scambiando per amore.

 

Stavolta la risposta è arrivata dai miei amici lontani, i quali mi hanno aiutato ad andare dentro di me, a far uscire la mia sofferenza e a riconoscere l’importanza di tornare al centro di me stesso, mettendo me al centro della mia Vita.

Può sembrare egoistico, in fondo ci hanno sempre insegnato prima di tutto a prenderci dura degli altri e poi, se avanza, di noi stessi.

Immagine correlata

Gli step che sto seguendo io sono i seguenti:

  • Prendermi cura del mio fisico tornando a fare sport affinché il mio corpo sia in salute e possa sfogare tutte le energie negative che gli restano addosso
  • Prendermi cura della mia mente, evitando sostanze alteranti e leggendo libri positivi e curativi
  • Prendermi cura del mio spirito, reintroducendo la meditazione serale oltre a quella mattutina, osservando e aprendomi all’abbondanza infinita che esiste nell’Universo e che è veramente alla portata di tutti

Tutto questo, per me, al fine di smettere di agire per paura di perdere qualcosa o qualcuno, liberandomi dalla dipendenza affettiva e riconoscendo tra i miei atteggiamenti, spesso radicati, ciò che mi ha tenuto lontano dagli altri.

Ricomincio, ancora una volta da me, in qualunque modo andrà questa relazione.

Perché da quello che ho vissuto e sto vivendo stanno emergendo alcune questioni fondamentali:

  • Ognuno di noi, me compreso, è meraviglioso e insostituibile
  • Ciò che posso donare ad una relazione d’amore è enorme
  • Io sono una persona che si prende cura di sé e che di conseguenza può prendersi cura anche degli altri
  • Quello che ho vissuto finora era lo specchio di me fino a questo momento – è probabile che questa mia nuova consapevolezza faccia cambiare il corso del mio cammino – se così fosse, lo accetterò di buon grado, pronto a ricevere i doni dell’abbondanza che aspettano solo che io accetti di riceverli
  • Accetto che quello che ho possa finire in qualunque momento e che proprio per questo voglio viverlo al massimo finché è ancora presente

Risultati immagini per mother earth

 

La Vita è nostra Madre e noi stessi

Essa non spreca niente

Ciò che muore è solamente l’inizio di qualcosa di più bello

 

 

Quando realizzeremo questo profondo legame indissolubile che abbiamo con ogni altra creatura e con l’Universo tutto, forse comprenderemo di essere Esseri Universali che stanno facendo esperienza umana per dimostrare a se stessi e agli altri la nostra divina universalità.

Io creo la mia personale abbondanza traendola da una fonte infinita

Buon cammino,

Fil

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...